Quale futuro ?

Autrice: Eleonora Costa III B, Liceo artistico Mannucci Ancona.

Dal 1962  al 1973 ci furono dei giovani che, ad Ancona,  pubblicarono “Il Brogliaccio”, un mensile studentesco in cui rivendicavano i propri diritti in modo pacifico.

A quei tempi, i ragazzi erano molto più determinati e desideravano ricevere un’adeguata istruzione, altrimenti non avrebbero pubblicato questa rivista,  attenendosi alle “regole “ di quegli anni. Invece, decisero che qualcosa doveva cambiare, migliorare, quindi si batterono affinché l’istruzione prendesse una piega migliore.

Ai nostri giorni è difficile che si ripeta una simile esperienza, semplicemente perché aumenta sempre di più il numero dei ragazzi pigri, che non hanno voglia di fare nulla, né tantomeno studiare o elaborare progetti per il futuro . Questo dipende da molti fattori, come ad esempio la tecnologia: molti ragazzi vengono letteralmente “risucchiati” dai molteplici apparati odierni ed essi dimenticano   completamente il mondo che li circonda e si  distraggono da ciò che è veramente importante, come appunto studiare e pensare ad un futuro migliore. Altri fattori sono l’alcol e le droghe che portano  i ragazzi, anche giovanissimi, ad entrare in un vortice  da cui è difficile uscire, rovinandosi la salute e la vita stessa.

Nonostante tutto ciò, non si deve  perdere  la fiducia, perché esistono ancora giovani decisi a battersi per il cambiamento,  se aiutati dalle persone giuste; ma soprattutto essi devono  essere ascoltati e capiti, in modo che ci sia ancora un barlume di speranza per il futuro che tengono  nelle loro mani.

 

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi