Lettere al Direttore

PIEDE

 

Anno VI- n.2- Dicembre 1966

 

direttore2

letter1

 

BILANCIO

 

Un commento

  1. Caro Direttore
    Condivido in pieno, sostanza e forma, di quanto hai scritto sul perché il Brogliaccio rivive.
    Non so se qualcuno sarà d’accordo in qualche modo ma il mondo che volevamo cambiare è cambiato!
    C’è stato non soltanto un cambio generazionale dal 70 ad oggi, ma anche una trasformazione antropologica dovuta ad una “scoperta informatica” con effetti paragonabili a quella del fuoco.
    Naturalmente c’è qualche grande fratello che butta benzina sul fuoco ma quello c’è sempre stato.
    Ancora una mutazione gattopardesca! I padri costituenti dell’Europa Unita la sognavano in un certo modo. Purtroppo quel progetto è stato rimpiazzato dalla globalizzazione selvaggia. Tutto cambiato perchè nulla sia cambiato, anzi…
    Effetti sulla società, dicevo, che purtroppo vengono recati da una specie di metastasi mediatica basata su scienze della comunicazione che fanno più apparire che essere, parallelamente ad una economia che pretende di creare ricchezza unicamente dall’ingegneria delle finanze. Potremo chiamarlo il teorema di Pinocchio che seminò zecchini d’oro in un campo di miracoli previa consulenza dei due providers gatto e volpe.Già, ma chi lo legge più oggi Pinocchio? L’input mediatico è così pressante che non si ha il tempo di metabolizzarlo e la mente umana non riesce a seguire la velocità dei prodotti informatici e mediatici dei vari gatti e volpi se non subendone le conseguenze. Probabilmente oggi Pinocchio farebbe trading.
    Questa tipologia di motivi mi induce a pensare che il Brogliaccio, sotto la cenere, è ancora più vivo di quello di una volta, perché da questo nuovo buco nero e globale prima o poi tornerà ad uscire la luce e allora sarà stato un nuovo big bang per la società.

    Marco Talamonti

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*

BIGTheme.net • Free Website Templates - Downlaod Full Themes

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi