Il diario degli errori.

Autore: Mattia Giampieri III B Liceo artistico Mannucci Ancona.

Il diario degli errori di Michele Bravi

La canzone, scritta interamente dal giovane cantautore, presentatosi anche a Sanremo 2018, è uno specchio che riflette la sua vita, nonché se stesso. Il testo parla dei problemi legati all’adolescenza, e a quel cambiamento che, troppo difficile da affrontare, viene spesso chiuso in un cassetto e dimenticato, come lui dice in una strofa: “Ho sempre avuto troppa fretta”, evidenziando così quanto si possa sbagliare e commettere errori nella vita, in particolare nelle fasi più critiche, tra cui la giovinezza, che anche lui sta attraversando e che ha voluto descrivere in una canzone, immaginando di racchiuderla in un fantomatico diario ideale, una sorta di agenda di studente che deve appunto imparare dai propri errori, per non commetterli di nuovo e diventare sempre più bravo.

Michele riesce a trattare un argomento molto difficile e spinoso: la società, per come noi vogliamo intenderla, andando a toccare alcuni punti chiave, come l’isolamento, la depressione, il continuo senso di colpa verso il prossimo, l’odio prevalentemente represso per mostrare il lato positivo di sé e non quello negativo; si ripete infatti il ritornello “Almeno tu rimani fuori dal mio diario degli errori”. Si può dire che la canzone è nel complesso un vero capolavoro e Bravi, ottenendo un discreto successo, è riuscito nell’intento di sfondare, cosa non facile per i giovani oggi.

Complimenti all’autore, geniale, eloquente, efficace.

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Required fields are marked *

*


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi